La vera pizza napoletana a pochi passi dall’Ara Pacis

La pizza napoletana è uno dei prodotti gastronomici più buoni e gustosi che esistano al mondo. Basterebbe questo per spiegare perchè abbiamo deciso di legarci all’autentica tradizione della pizzeria napoletana.

Oltre questo, però, arricchire la nostra proposta culinaria con la pizza napoletana è un tentativo di tessere un dialogo con una storia gastronomica di cui ci sentiamo parte. Cerchiamo una storia d’amore tra la Roma contemporanea e la Napoli del Settecento, la città che fu in grado di codificare un modo di preparare la pizza rielaborando originalmente la millenaria storia della panificazione. E’ infatti proprio nel XVIII secolo che a Napoli si diffonde in modo capillare il consumo di un tipo di pizza molto simile all’attuale.

Importante testimone dell’abitudine a Napoli di mangiare una pizza affine a quella odierna è Vincenzo Corrado, particolarissima figura d’intellettuale e cuoco vissuto dal 1736 al 1836. Corrado, in un suo trattato sulla gastronomia napoletana, segnala infatti la ben radicata usanza di condire sia la pasta che la pizza con il pomodoro. Questo uso sapiente del pomodoro contribuì a rendere nota la cucina di Napoli in tutta Italia ed anche a codificare la ricetta della pizza. Prima della marinara, la più antica, condita con pomodoro aglio, olio e origano, ed in seguito della margherita. Il nome ‘margherita‘, consolidatosi successivamente nell’uso, sembra venne utilizzato la prima volta nel 1889 dal celebre pizzaiolo Raffaele Esposito in onore della Regina Margherita di Savoia, appassionata – come darle torto! – del particolare tipo di pizza che tutti conosciamo.

gusto la vera pizza napoletana

La pizza è il prodotto gastronomico italiano più noto al mondo e per molti versi il simbolo della cucina italiana. Tanto nota da divenire al contempo stereotipo, mito, icona e, sicuramente, una delle pietanze più commercializzate in assoluto.
E’ indubbio però che la sua commercializzazione non sempre ne ha diffuso anche l’autentico sapore. Paradossalmente oggi mangiare una buona pizza a Roma non è cosa facile come si potrebbe immaginare, e come forse dovrebbe essere.

Se è vero che esistono numerose pizzerie che servono da decenni ottime pizze, è anche vero che di pizze improbabili realizzate grossolanamente ne vengono sfornate a migliaia ogni giorno.
La situazione peggiora quando si va in cerca di una verace pizza napoletana, la pizza che noi romani chiamiamo ‘alta’ per differenziarla dalla variante più diffusa nella nostra città, ossia la pizza realizzata con un impasto più sottile e croccante rispetto alla preparazione orginale. Proprio quei millimetri in più nell’impasto trasformano infatti sostanzialmente il prodotto pizza diversificando le due versioni e, anche, mandando in crisi numerosi pizzaioli.

È comprensibile che il centro storico di Roma sia divenuto preda della ristorazione turistica ancor più che il resto della città. Noi però abbiamo scelto di non seguire questa strada. Siamo convinti di essere riusciti a ritagliarci un angolo di gusto immune dalla proliferarazione di questa cucina rapida e commerciale, più attenta agli incassi che alle materie prime.

Per questo ‘Gusto propone ai propri avventori la vera pizza napoletana.

gusto forno a legna pizzeria

Condividi:

'Gusto
it_ITItaliano