Rivivere il cinema a Roma. Alcuni set cinematografici

“Marcello come here!”. Chi non ricorda Anita Ekberg che invita Mastroianni a entrare nella fontana di Trevi con lei nel film “La dolce vita”. Forse è la prima immagine che viene in mente a proposito del legame tra Roma e il cinema ma il centro della città (e non solo) è praticamente tutto un enorme set cinematografico e non si contano davvero i film che sono stati girati nella città eterna e che hanno fatto storia (oltre a quelli meno degni di nota). La capitale con la sua bellezza imponente ma allo stesso tempo popolare, accessibile e decadente in alcuni momenti ha da sempre attratto la fantasia e le emozioni di registi di vario genere dal Neorealismo fino a oggi. Coinvolgendo e affascinando gli spettatori di tutto il mondo. Impossibile nominare tutti i film che sono stati ambientati qui, possiamo però ripercorrere insieme i luoghi di alcune pellicole famose e vedere Roma con gli occhi del cinema.

La Roma dei film di “una volta”

Oltre al già accennato “La dolce vita” di Fellini, non possiamo parlare di set cinematografici a Roma senza nominare “Vacanze romane”. Audrey Hepburn e Gregory Peck girano in vespa e passeggiano tra i luoghi magici di una Roma colorata e vitale. Via Margutta, Fontana di Trevi, Scalinata di Trinità dei Monti, Pantheon, Corso Vittorio Emanuele, il Colosseo, Piazza Venezia, la Bocca della Verità, Castel Sant’Angelo,  vengono esplorati con occhi affascinati e ci trasmettono una gran voglia di fare un giro per la città tornando indietro nel tempo. Il cinema a Roma è anche indissolubilmente Alberto Sordi. “Il marchese del grillo” ci porta tra i vicoli del Ghetto di Roma dalle parti del Portico di Ottavia, in via delle Pace e tra le rovine dei Fori imperiali. Ma anche “Il Tassinaro”, “Un americano a Roma”, “Un borghese piccolo piccolo” e vari altri omaggiano il centro storico e le zone più periferiche della città. Figura legatissima a Roma è anche quella di Pasolini che in “Accattone” rende Castel Sant’Angelo e il suo ponte protagonista della scena memorabile di una scommessa. A Piazza del Popolo è stato girato “C’eravamo tanto amati” di Ettore Scola mentre una delle scene più esilaranti di “Febbre da cavallo” con Gigi Proietti è stata girata a Piazza Augusto Imperatore.

I set del centro storico nel cinema di oggi

Se siete fan dei libri di Dan Brown passeggiando per piazza San Pietro vi verrà subito la curiosità di guardare in giro insegne, obelischi e scritte con occhi nuovi alla ricerca di misteri e segreti. Robert Langdon, il protagonista del film “Angeli e Demoni” interpretato da Tom Hanks, si muove non solo qui in questa piazza-luogo sacro ma tra i luoghi più importanti e suggestivi di Roma alla ricerca di enigmi: Piazza del Popolo con la Chiesa di Santa Maria del Popolo, Piazza Navona, Castel Sant’Angelo, il Pantheon, la Chiesa di Santa Maria della Vittoria in via XX settembre. Un bellissimo spot turistico per la città, pari quasi a quello realizzato da “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino, premio Oscar qualche anno fa. Qui i luoghi meravigliosi in cui è stato girato il film sono infiniti: si va dal fontanone del Gianicolo con il vicino tempietto del Bramante passando poi per Piazza Navona, Villa Medici dalla parti di Trinità dei Monti, le Terme di Caracalla, il parco degli Acquedotti e poi vari palazzi romani di pregio tra cui Palazzo Barberini, Palazzo Taverna, Palazzo Spada e Palazzo Braschi. Che dire poi della Roma fiabesca d’altri tempi (seppure attuale) presentata da “Mangia prega ama” con Julia Roberts? Trastevere, Piazza Navona, via del Corso e via delle Pace sono al top per luce e atmosfera in questo film.

Un tour dei luoghi del cinema

Esistono tanti modi di visitare Roma. Uno di questi è senz’altro quello di ripercorrere i posti in cui alcuni tra gli attori e i registi più bravi del nostro tempo hanno prodotto elementi della nostra cultura. A piedi o ancora meglio in motorino (lasciate a casa la macchina) aprite gli occhi e scoprite quanto questa città ha dato e può dare al cinema con i suoi angolini nascosti, i suoi vicoli, le sue chiese magari poco conosciute ma bellissime, la sua luce e i suoi colori. E quanto sia suggestivo lasciarsi trasportare. Buona passeggiata!